HOLI FESTIVAL CON MATRIMONIO INDIANO

VIAGGI DI GRUPPO

Consigliato a

A piccoli gruppi, tempo disponibile breve ma vuol comunque vivere un'esperienza vera a contatto con la cultura indiana

Periodo ideale

Dal 24 Febbraio al 6 Marzo 2018

Dove

India del Nord

Un tour in India del Nord che include il classico Triangolo d’oroperfetto per un primo approccio all’India con le tre città satelliti, Delhi, Jaipur ed Agra, la città blu di Jodhpur e quella sacra di Pushkar con l’unico tempio dedicato al dio Brahma.

 

Dopo la visita della capitale, sarà il momento di ballare al ritmo dei tamburi: inizia il matrimonio indiano! Qui, vedrete lo sposo accompagnato da amici e parenti che ballano intorno a lui al ritmo dei dhol. La famiglia della futura sposa è lì che lo attende al varco per dargli la benedizione. Dopo la cerimonia religiosa, il divertimento esplode: piatti prelibati dell’antica tradizione culinaria indiana ti aspettano per deliziare il palato, donne meravigliose in sari colorati danzano i balli tipici con movenze aggraziate, i capifamiglia intonano canti e devozionali, gli sposi si scambiano promesse d’amore eterno.

 

Dopo la notte brava del matrimonio indiano, ci portiamo a Jodhpur, famosa per le case dipinte di blu che appartengono alla casta dei bramini. A seguire, visiteremo la città sacra di Pushkar, sulle sponde dell’omonimo lago. Da qui, trascorreremo tre giorni nella capitale del Rajasthan, Jaipur, chiamata la città rosa, dove festeggeremo insieme Holi, la festa dei colori, che celebra l’inizio della primavera.

Infine sarà il momento della città emblema dell’amore eterno Agra, con il celeberrimo Taj Mahal. Terminiamo questo breve tour in India del Nord rientrando sulla capitale moghul, Delhi.

PANORAMICA

  • TAPPE

    Delhi – Jodhpur – Pushkar – Jaipur – Abhaneri – Fatehpur Sikri – Agra

  • DURATA

    11 giorni

Gioca ad Holi nella città rosai. Balla al ritmo dei tamburi durante un vero matrimonio indiano. A partire da 1360€, volo escluso

Susanna Di Cosimo consiglia

DETTAGLI DEL TOUR

1 GIORNO | 24 FEBBRAIO: ARRIVO A DELHI

     Al vostro arrivo all’aeroporto di Delhi, accoglienza da parte di un nostro responsabile e con il vostro autista. Trasferimento in hotel, tempo a disposizione per rinfrescarvi e riposarvi. Incontro in hotel con la Guida locale ed inizio della visita della città. I monumenti classici da visitare sono suddivisi nella parte vecchia, chiamata Old Delhi, ed in quella nuova, New Delhi.

     Oggi esploreremo la città vecchia, chiamata Old Delhi. Il mercato di Chandni Chowk, caotico, chiassoso, ma imperdibile, il Red Fort, un forte di arenaria rossa circondato da aree verdi e giardini in fiore, la Jama Masjid, ovvero una delle Moschee musulmane più grandi al mondo. Poco distante, c’è il Gurudwara Bhangla Sahib, uno dei miei luoghi preferiti a Delhi, ovvero un tempio Sikh noto per sfamare decine di migliaia di pellegrini di ogni religione che vi si recano giornalmente, vi regna un’atmosfera magica che vi lascerà un segno nel cuore.

     Una passeggiata tra le colonne di Connaught Place per assaporare l’aria del periodo coloniale britannico. Nei pressi, c’è la zona di Janpath, con un bel mercato per tutti i gusti, compreso quello tibetano.

     Per chi non ne ha abbastanza di monumenti, c’è anche il Rashtrapati Bhawan, cioè la casa del Presidente da cui si dirama il Rajpath fino all’India Gate, un monumento simile all’Arco di Trionfo di Parigi eretto a commemorazione dei soldati indiani caduti durante la I guerra mondiale.

Cena e pernottamento a Delhi

Share Button

2 GIORNO | 25 FEBBRAIO: DELHI / MATRIMONIO

Dopo colazione, visiteremo la Tomba di Humayun, sovrano Moghul, risalente al XVI secolo.

Al termine, visiteremo il Qutub Minar: il complesso, interamente in arenaria rossa, si trova nella zona di Mehrauli, ed è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco: ospita il più alto minareto in pietra del mondo, quasi 73 metri. All’interno dello stesso complesso vi è poi la Colonna di Ashoka, costruita interamente in ferro ed intatta da oltre 1600 anni.

            Dopo un pranzo leggero, sarà tempo di rientrare in albergo per prepararsi alla grande serata: il matrimonio indiano! Partecipare ad un matrimonio indiano significa scatenarsi nella danza per tutta la serata fino alle prime ore del mattino, a cominciare dal Baraat, ovvero la processione dello sposo a cavallo: egli infatti viene accompagnato da tutto il parentado che danza intorno a lui al ritmo dei dhol fino allo sfinimento in quanto, si dice, che ballare a lungo è fonte di prosperità per la coppia. Un matrimonio indiano significa cibo, tutti i piati tipici della tradizione indiana si dispiegheranno dinanzi ai vostri occhi: dal makhani, paneer, biryiani, chicken tikka, mutton curry, parantha e tanto ancora. Indossate anche voi un tradizionale abito indiano e ballate insieme agli sposi e gli invitati tutte le canzoni più famose del panorama bollywoodiano!

            Cena e pernottamento a Gurugram.

Share Button

3 GIORNO | 26 FEBBRAIO: DELHI – JODHPUR

     Si parte per il Rajasthan e la prima tappa è Jodhpur, conosciuta per il colore azzurro con cui, quasi uniformemente, è stata dipinta la maggior parte degli edifici nel suo centro storico.

     Un vicolo dopo l’altro, perdendosi nel dedalo di casette blu, e si arriva alla piazza del Mercato Sardar con la famosa Clock Tower (torre dell’orologio)il mercato di Jodhpur è forse uno dei più completi ed a basso costo che ho visitato in India. Ce n’è per tutti i gusti: spezie, tessuti, stoviglie, artigianato, abbigliamento, decorazioni, un paradiso sia per i turisti che per i locali per cui la pressione “turistica” è meno forte e lo shopping più rilassato.

Cena e pernottamento a Jodhpur

Share Button

4 GIORNO | 27 FEBBRAIO: JODHPUR

       Intera giornata per esplorare la città: il forte di Mehrangarh si erge su una collina ad un’altezza di circa 150 m. dalla città ed è visibile da ogni lato. Vi sono ben 7 porte per entrare, 4 delle quali fanno parte dell’itinerario della visita. Le mura sono alte ben 21 metri e raggiungono i 36 metri in alcuni punti.

      All’uscita dal Mehrangarh Fort, si può visitare il Jaswant Thadaun mausoleo in marmo bianco, risalente alla fine del XIX secolo, voluto da Sadar Singh in memoria del padre, il Maharana Jaswant Singh II: da qui si gode una magnifica vista sul forte di Mehrangarh e vi è un piccolo laghetto usato per effettuare le puja funerarie. In questo mausoleo, l’atmosfera è calma e serena, lontano dal caos della città, quindi ci si può riposare un po’ prima di proseguire con le successive visite. In tutto il complesso, i memoriali sono magnificamente lavorati, con dettagli intricati eppure delicati. I piccoli jhalis, finestre di marmo finemente lavorati, e le jharoka ovvero i tipici balconi aggettanti in stile rajastano, sono perfettamente fusi ad elementi moghul come le cupole.

Cena e pernottamento a Jodhpur

Share Button

5 GIORNO | 28 FEBBRAIO: JODHPUR - PUSHKAR

     In mattinata trasferimento a Pushkar (4 ore circa) celebre cittadina del Rajasthan, nota soprattutto per l’unico tempio dedicato al dio creatore Brahma e per la sua “fiera dei cammelli” che si tiene ogni anno nel mese di novembre.

     Costruita sulle sponde dell’omonimo lago, Pushkar è una cittadina molto particolare: da un lato c’è il trambusto del mercato, le vacche che girano ovunque, il tempio di Brahma sempre immerso in una preghiera perenne, e dall’altro osserviamo la quiete del lago, quasi irreale, dove i devoti sono impegnati nelle abluzioni ed effettuano le puja, dalla mattina alla sera. Pushkar è una delle città più importanti per l’induismo, dove si pratica il vegetarismo totale.

Cena e pernottamento a Pushkar

Share Button

6 GIORNO | 1 MARZO: PUSHKAR - JAIPUR

In mattinata trasferimento per Jaipur (circa 4 ore). Jaipur capitale del Rajasthan è conosciuta come la città rosa”, famose anche per le sue pietre preziose.

 

Poco prima di entrare in città, vi è un bel tempio da visitare, Galta ji, conosciuto come tempio delle scimmie. Se non siete stanchi e c’è ancora luce, vale la pena una visita per comprendere meglio la vita del popolo induista che si purifica con un bagno nelle vasche della struttura, incastonata nella roccia. Bello il panorama dall’altezza del tempio.

 

Cena e pernottamento a Jaipur.

Share Button

7 GIORNO | 2 MARZO: JAIPUR - HOLI FESTIVAL

   Holi è una delle feste sacre più importanti in India ma anche una delle più divertenti ed oggi tocca a noi sbizzarrirci con i colori! Indossa un bel kurta bianco ed alla fine ti ritroverai colorato dalla testa ai piedi: ti assicuro che non un centimetro del tuo corpo resterà indenne ai colori di Holi.

 

Questo Festival dei colori, ormai noto in tutto i mondo, è un modo per entrare in simbiosi con la cultura locale, quando viaggiatori ed indiani si uniscono nelle celebrazioni dell’arrivo della primavera: oggi, il tuo viaggio in India si trasforma in esperienza di vita Indiana.

 

Dopo un paio di docce per lavare via i colori di Holi, ed un pranzo veloce, tempo libero a disposizione per rilassarsi o girare liberamente.

Cena e pernottamento a Jaipur.

Share Button

8 GIORNO | 3 MARZO: JAIPUR-AMBER

     Quale capitale di uno degli stati più incredibili, il Rajasthan, Jaipur non vi lascerà indifferenti. L’appellativo di città rosa deriva dal colore delle abitazioni, usato per ridipingere completamente la città in onore della visita dell’allora principe di Galles, futuro Re Edoardo VII, ad inizio Novecento. Di storie sul perché proprio il rosa ce ne sono diverse, difficile dire quale sia quella vera.

     La visita di oggi inizia dal forte di Amber, certamente uno dei più belli in assoluto al quale, volendo, si può accedere a dorso di elefante. Da non perdere sono anche l’imponente City Palace, dove tuttora vivono i reali di Jaipur, e l’Hawa Mahal, detto il Palazzo dei Venti con le sue centinaia di finestre e balconcini da cui le donne di corte guardavano, non viste, la vita cittadina. Il fondatore della città di Jaipur, amante delle scienze astronomiche, ha inoltre fatto costruire un osservatorio astronomico, il Jantar Mantar, molto interessante se si pensa al periodo storico in cui è stato costruito.

     A Jaipur, è inevitabile un passaggio nei vari mercati, anche per chi non ama lo shopping, anche per osservare la vita di tutti i giorni in una città indiana, poiché qui tutto ruota intorno ai templi e mercati.

Cena e pernottamento a Jaipur

Share Button

9 GIORNO | 4 MARZO: JAIPUR – AGRA

     In mattinata si esce dal Rajasthan per entrare nello stato dell’Uttar Pradesh per arrivare ad Agra (240 km5/6 ore).

  A seguire, si arriva ad Abhaneritroppo spesso non inclusa nelle rotte turistiche ma, per questo motivo, particolarmente affascinante. Qui vi è il Chand Baori, ovvero un pozzo formato da oltre 3500 gradoni, alla cui base è stato costruito un tempio dedicato alla dea Durga.

     A circa un’ora da Agra, visiteremo Fatehpur Sikri, uno dei siti più affascinanti in India in cui noterete come tutti gli edifici reali sono rimasti intatti nel tempo. Fatehpur Sikri fu per un breve periodo la capitale dell’impero Moghul, ma successivamente fu abbandonata dalla Corte per la mancanza di acqua. Progettata dall’imperatore Akhbar, ne riflette perfettamente la magnificenza del regno. Egli era, infatti, un imperatore illuminato, di mentalità aperta diremmo oggi, che dava spazio a tutte le religioni e incentivava le arti. Uno degli edifici più affascinanti è il mausoleo dedicato al santo sufi Salim Chrishti, in marmo bianco, dove oggi le donne musulmane cercano la grazia di una gravidanza lasciando piccoli nastri in segno di preghiera.

Cena e pernottamento ad Agra.

Share Button

10 GIORNO | 5 MARZO: AGRA- DELHI

      Di mattina visita del Taj Mahal, il meraviglioso e il più famoso monumento simbolo dell’India. Come molti sanno, il Taj Mahal è il mausoleo voluto dall’Imperatore Moghul Shah Jahan a commemorazione dell’amata consorte Mumtaz Mahal, costruito interamente in marmo bianco e dichiarata Una delle Sette meraviglie del mondo moderno. A seguire, una breve visita ai Giardini Mehtab Bagh, sulla sponda opposta del fiume Yamuna, per immortalare il Taj Mahal nelle nostre macchine fotografiche da una prospettiva molto diversa. Al termine, effettueremo la visita dal Forte di Agra, imponente costruzione realizzata in arenaria rossa tra il 1565 e il 1574, dove Shah Jahan visse gli ultimi anni della sua vita con lo sguardo rivolto alla tomba luminosa, in quanto fu deposto ed imprigionato da suo figlio Aurangzeb.

     Al termine delle visite, si riparte per Delhi dove ci sarà il tempo per rinfrescarsi e rilassarsi prima dell’ultima serata insieme.

Cena e pernottamento.

Share Button

11 GIORNO | 6 MARZO: DELHI - ITALIA

     Trasferimento all’aeroporto internazionale Indira Gandhi, in tempo utile per il volo in partenza per l’Italia.

Share Button








Inserisci correttamente il codice di verifica

POTREBBE INTERESSARTI

Triangolo D’oro

Triangolo d’oro e Shekhawati

Il Rajasthan Dei Maharaja

Natura e Mare del Kerala

Share Button

© Copyright 2017 | SusIndia di Susanna Di Cosimo. Tutti i diritti riservati.
Mutart | Privacy Policy - Cookie Policy